Advanced search
1 file | 729.07 KB Add to list

Il ruolo dell’Unione europea nel contrasto alla povertà : quale futuro per il reddito minimo garantito nell’ordinamento giuridico multilivello europeo?

Alessandro Nato (UGent)
(2019) LA CITTADINANZA EUROPEA. 2019(1). p.86-105
Author
Organization
Abstract
La proclamazione del Pilastro sociale europeo ha rilanciato il dibattito sulla creazione di misure volte a migliorare la dimensione sociale dell’Unione europea. In più, il contesto di crisi dimostra come sia necessario l’intervento dell’Unione per contribuire alla modulazione degli schemi di reddito minimo garantito in una prospettiva multilivello di contrasto alla povertà con azioni sia legislative a carattere vincolante, quale può essere una direttiva sui redditi minimi indirizzata all’integrazione delle persone escluse dal mercato del lavoro, sia attraverso la promozione di schemi sovranazionali di reddito minimo per facilitare l’uso della libera circolazione dei cittadini europei. Il presente contributo esamina le criticità che impediscono l’adozione di una direttiva in materia e la realizzazione di un reddito minimo europeo per i cittadini migranti che non lavorano nel momento in cui esercitano il diritto alla libera circolazione
The European Social Pillar has relaunched the debate on the creation of measures aimed at improving the social dimension of the European Union. In addition, the crisis context demonstrates how necessary the intervention of the Union is to contribute to the modulation of guaranteed minimum income schemes on the one hand, with binding legislative actions - such as a directive on minimum incomes addressed to integration of people excluded from the labor market. On the other, it is necessary to promote supranational minimum income schemes to facilitate the use of free movement of European citizens. However, some problems inhibit the adoption of a directive on the subject and the realization of a minimum European income for migrant citizens who do not work when they exercise the right to free movement.
Keywords
European Social Pillar, social dimension, European Union, crisis, guaranteed minimum income, integration labour market, free movement, migrant citizens

Downloads

  • (...).pdf
    • full text (Published version)
    • |
    • UGent only
    • |
    • PDF
    • |
    • 729.07 KB

Citation

Please use this url to cite or link to this publication:

MLA
Nato, Alessandro. “Il Ruolo Dell’Unione Europea Nel Contrasto Alla Povertà : Quale Futuro per Il Reddito Minimo Garantito Nell’ordinamento Giuridico Multilivello Europeo?” LA CITTADINANZA EUROPEA, vol. 2019, no. 1, 2019, pp. 86–105.
APA
Nato, A. (2019). Il ruolo dell’Unione europea nel contrasto alla povertà : quale futuro per il reddito minimo garantito nell’ordinamento giuridico multilivello europeo? LA CITTADINANZA EUROPEA, 2019(1), 86–105.
Chicago author-date
Nato, Alessandro. 2019. “Il Ruolo Dell’Unione Europea Nel Contrasto Alla Povertà : Quale Futuro per Il Reddito Minimo Garantito Nell’ordinamento Giuridico Multilivello Europeo?” LA CITTADINANZA EUROPEA 2019 (1): 86–105.
Chicago author-date (all authors)
Nato, Alessandro. 2019. “Il Ruolo Dell’Unione Europea Nel Contrasto Alla Povertà : Quale Futuro per Il Reddito Minimo Garantito Nell’ordinamento Giuridico Multilivello Europeo?” LA CITTADINANZA EUROPEA 2019 (1): 86–105.
Vancouver
1.
Nato A. Il ruolo dell’Unione europea nel contrasto alla povertà : quale futuro per il reddito minimo garantito nell’ordinamento giuridico multilivello europeo? LA CITTADINANZA EUROPEA. 2019;2019(1):86–105.
IEEE
[1]
A. Nato, “Il ruolo dell’Unione europea nel contrasto alla povertà : quale futuro per il reddito minimo garantito nell’ordinamento giuridico multilivello europeo?,” LA CITTADINANZA EUROPEA, vol. 2019, no. 1, pp. 86–105, 2019.
@article{8652886,
  abstract     = {La proclamazione del Pilastro sociale europeo ha rilanciato il dibattito sulla creazione di misure
volte a migliorare la dimensione sociale dell’Unione europea. In più, il contesto di crisi dimostra
come sia necessario l’intervento dell’Unione per contribuire alla modulazione degli schemi di reddito
minimo garantito in una prospettiva multilivello di contrasto alla povertà con azioni sia legislative a
carattere vincolante, quale può essere una direttiva sui redditi minimi indirizzata all’integrazione
delle persone escluse dal mercato del lavoro, sia attraverso la promozione di schemi sovranazionali
di reddito minimo per facilitare l’uso della libera circolazione dei cittadini europei. Il presente
contributo esamina le criticità che impediscono l’adozione di una direttiva in materia e la
realizzazione di un reddito minimo europeo per i cittadini migranti che non lavorano nel momento in
cui esercitano il diritto alla libera circolazione},
  author       = {Nato, Alessandro},
  issn         = {2039-2788},
  journal      = {LA CITTADINANZA EUROPEA},
  keywords     = {European Social Pillar,social dimension,European Union,crisis,guaranteed minimum income,integration labour market,free movement,migrant citizens},
  language     = {ita},
  number       = {1},
  pages        = {86--105},
  title        = {Il ruolo dell’Unione europea nel contrasto alla povertà : quale futuro per il reddito minimo garantito nell’ordinamento giuridico multilivello europeo?},
  url          = {http://dx.doi.org/10.3280/CEU2019-001004},
  volume       = {2019},
  year         = {2019},
}

Altmetric
View in Altmetric