Ghent University Academic Bibliography

Advanced

La produzione narrativa breve di Italo Svevo come short story cycle virtuale: prime note sulla funzione performativa svolta dal concetto di inettitudine nelle novelle sveviane

Mara Santi UGent and Kianoush Meirlaen UGent (2012) International Conference on 'Italo Svevo and his legacy', Proceedings.
abstract
Il testo con cui Svevo esordisce sulla scena letteraria triestina nel 1888 è la novella Una lotta, (presentata al pubblico con lo pseudonimo E. Samigli, il 6, il 7 e l’8 gennaio su “L’Indipendente” e riedita poi nel febbraio 1972 da F. Carlini su “Paragone”) che viene giustamente definita da Maria Cecilia Moretti “Il palinsesto della narrativa sveviana” (nell’omonimo intervento del 1994 in Italo Svevo scrittore europeo) poiché rappresenta il momento di inizio di numerosi dei motivi dominanti la ricerca letteraria di Svevo. Dopo Una lotta e sino all’anno della morte Svevo continua a scrivere novelle, arrivando a una produzione non particolarmente estesa ma costante e certamente significativa per la comprensione della poetica autoriale. Tra i temi già presenti nella prima novella vi è naturalmente il tema cardine della ricerca sveviana, l’inettitudine, che verrà poi trasmesso alle altre opere letterarie sveviane e che non abbandona più la produzione novellistica autoriale. Il paper cerca di stabilire se le novelle sveviane nel loro insieme possano essere considerate alla stregua di uno short story cycle, ed eventualmente di uno short story cycle virtuale, i cui elementi di unitarietà o recurrente development (secondo la definzione di F. Ingram) ruotano appunto attorno al concetto di inettitudine e alla sua evoluzione storica. In prima istanza dunque il paper definisce le premesse teoriche rispetto alla possibilità di individuare in un macrotesto narrativo composto di testi narrativi brevi uno short story cycle, quindi verifica l’applicabilità di tali premesse alle novelle sveviane; in seconda istanza il paper analizza la specifica trattazione del tema dell’inettitudine nelle sole novelle, brevemente delineando il modo in cui la specificità della forma narrativa del racconto breve incide sulla trattazione del tema dell’inettitudine.
Please use this url to cite or link to this publication:
author
organization
year
type
conference
publication status
published
subject
keyword
Racconti, Short Story Cycle, Virtual Short Story Cycle, Narrativa breve, Italo Svevo
in
International Conference on 'Italo Svevo and his legacy', Proceedings
pages
7 pages
publisher
Ghent University, Department of Literary Studies
place of publication
Ghent, Belgium
conference name
International Conference on 'Italo Svevo and his legacy'
conference location
Oxford, UK
conference start
2011-12-16
conference end
2011-12-17
language
Italian
UGent publication?
yes
classification
C1
copyright statement
I have transferred the copyright for this publication to the publisher
id
2052183
handle
http://hdl.handle.net/1854/LU-2052183
alternative location
https://weblearn.ox.ac.uk/access/content/user/5076/ATTI/SANTI-MEIRLAEN.pdf
date created
2012-02-29 14:23:02
date last changed
2014-11-10 11:17:49
@inproceedings{2052183,
  abstract     = {Il testo con cui Svevo esordisce sulla scena letteraria triestina nel 1888 {\`e} la novella Una lotta, (presentata al pubblico con lo pseudonimo E. Samigli, il 6, il 7 e l{\textquoteright}8 gennaio su {\textquotedblleft}L{\textquoteright}Indipendente{\textquotedblright} e riedita poi nel febbraio 1972 da F. Carlini su {\textquotedblleft}Paragone{\textquotedblright}) che viene giustamente definita da Maria Cecilia Moretti {\textquotedblleft}Il palinsesto della narrativa sveviana{\textquotedblright} (nell{\textquoteright}omonimo intervento del 1994 in Italo Svevo scrittore europeo) poich{\'e} rappresenta il momento di inizio di numerosi dei motivi dominanti la ricerca letteraria di Svevo. Dopo Una lotta e sino all{\textquoteright}anno della morte Svevo continua a scrivere novelle, arrivando a una produzione non particolarmente estesa ma costante e certamente significativa per la comprensione della poetica autoriale. Tra i temi gi{\`a} presenti nella prima novella vi {\`e} naturalmente il tema cardine della ricerca sveviana, l{\textquoteright}inettitudine, che verr{\`a} poi trasmesso alle altre opere letterarie sveviane e che non abbandona pi{\`u} la produzione novellistica autoriale. Il paper cerca di stabilire se le novelle sveviane nel loro insieme possano essere considerate alla stregua di uno short story cycle, ed eventualmente di uno short story cycle virtuale, i cui elementi di unitariet{\`a} o recurrente development (secondo la definzione di F. Ingram) ruotano appunto attorno al concetto di inettitudine e alla sua evoluzione storica. In prima istanza dunque il paper definisce le premesse teoriche rispetto alla possibilit{\`a} di individuare in un macrotesto narrativo composto di testi narrativi brevi uno short story cycle, quindi verifica l{\textquoteright}applicabilit{\`a} di tali premesse alle novelle sveviane; in seconda istanza il paper analizza la specifica trattazione del tema dell{\textquoteright}inettitudine nelle sole novelle, brevemente delineando il modo in cui la specificit{\`a} della forma narrativa del racconto breve incide sulla trattazione del tema dell{\textquoteright}inettitudine.},
  author       = {Santi, Mara and Meirlaen, Kianoush},
  booktitle    = {International Conference on 'Italo Svevo and his legacy', Proceedings},
  keyword      = {Racconti,Short Story Cycle,Virtual Short Story Cycle,Narrativa breve,Italo Svevo},
  language     = {ita},
  location     = {Oxford, UK},
  pages        = {7},
  publisher    = {Ghent University, Department of Literary Studies},
  title        = {La produzione narrativa breve di Italo Svevo come short story cycle virtuale: prime note sulla funzione performativa svolta dal concetto di inettitudine nelle novelle sveviane},
  url          = {https://weblearn.ox.ac.uk/access/content/user/5076/ATTI/SANTI-MEIRLAEN.pdf},
  year         = {2012},
}

Chicago
Santi, Mara, and Kianoush Meirlaen. 2012. “La Produzione Narrativa Breve Di Italo Svevo Come Short Story Cycle Virtuale: Prime Note Sulla Funzione Performativa Svolta Dal Concetto Di Inettitudine Nelle Novelle Sveviane.” In International Conference on “Italo Svevo and His Legacy”, Proceedings. Ghent, Belgium: Ghent University, Department of Literary Studies.
APA
Santi, M., & Meirlaen, K. (2012). La produzione narrativa breve di Italo Svevo come short story cycle virtuale: prime note sulla funzione performativa svolta dal concetto di inettitudine nelle novelle sveviane. International Conference on “Italo Svevo and his legacy”, Proceedings. Presented at the International Conference on “Italo Svevo and his legacy,” Ghent, Belgium: Ghent University, Department of Literary Studies.
Vancouver
1.
Santi M, Meirlaen K. La produzione narrativa breve di Italo Svevo come short story cycle virtuale: prime note sulla funzione performativa svolta dal concetto di inettitudine nelle novelle sveviane. International Conference on “Italo Svevo and his legacy”, Proceedings. Ghent, Belgium: Ghent University, Department of Literary Studies; 2012.
MLA
Santi, Mara, and Kianoush Meirlaen. “La Produzione Narrativa Breve Di Italo Svevo Come Short Story Cycle Virtuale: Prime Note Sulla Funzione Performativa Svolta Dal Concetto Di Inettitudine Nelle Novelle Sveviane.” International Conference on “Italo Svevo and His Legacy”, Proceedings. Ghent, Belgium: Ghent University, Department of Literary Studies, 2012. Print.